Le nuove linee guida del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Manutenzione e gestione dei ponti esistenti

22 SETTEMBRE MARTEDI’

14.30 – 19.00

Il verificarsi di tragici eventi legati a crolli infrastrutturali ha posto in evidenza lo stato di criticità in cui versa la viabilità nazionale. In questo contesto, uno strumento di fondamentale importanza è rappresentato dal Monitoraggio Strutturale. I parametri statici e dinamici delle strutture e la loro evoluzione nel tempo è ciò che vogliamo trattare, al fine di determinarne lo stato di salute in tempo reale, fornendo opportuni input ai decisori per la messa in atto di adeguate contromisure.

Modera Ing. Gianluca Loffredo, Coordinatore Comitato Scientifico Geosismica

Introducono Ing. Salvatore Margiotta Sottosegretario al Ministero Infrastrutture e Trasporti, Ing. Pietro Baratono Provveditore alle OOPP di Lombardia ed Emilia Romagna, Prof. Walter Salvatore CSLLPP e Prorettore all’Università di Pisa, Ing. Franco Iacobini Direzione Tecnica RFI, Prof. Antonio Tralli Professore Emerito Università di Ferrara

Intervengono

Resiliency assessment of existing bridges – a methodology to guide the rehabilitation of a 2,725 m long steel cantilever bridge opened in 1930
Guy Larose, Pierre-Olivier Dallaire, Theresa Erskine, RWDI Europe 

Effetti delle vibrazioni da traffico sui manufatti storici: una procedura automatica estensibile al monitoraggio dei ponti 
Prof. Vincenzo Mallardo, Università degli Studi di Ferrara 

La salute strutturale e l’importanza del monitoraggio dei ponti
Rossano Codeluppi, HDM srl

Il monitoraggio del Ponte Savignano
Mattia Di Fabio, ArchLivIng srl

Dal rilievo alla diagnostica strutturale: una pipeline multidisciplinare per la conoscenza di ponti e viadotti
Fabio Piccinini
, Università Politecnica delle Marche 

Un metodo semplificato di prioritizzazione degli interventi di manutenzione e retrofitting di ponti esistenti
Azzurra Evangelisti, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Powered by: