I rischi delle infrastrutture rispetto ad eventi calamitosi e le attività propedeutiche alla ricostruzione

24 SETTEMBRE GIOVEDI’

14.30 – 19.00

Modera: Valerio Comerci ISPRA

Introducono: On. Tullio Patassini Commissione Parlamentare di Inchiesta sulle Attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali correlati

Intervengono

Il ruolo fondamentale del Modello Geologico negli studi finalizzati alla ricostruzione post-sisma 2016 – Il caso di studio della località Gabbiano di Pieve Torina (MC)
Geol. Dimitri Mazza, Geol. Silvia Paggi e Geol. Eugenio Pistolesi, DES.GEO

Studio per la messa in sicurezza dei sentieri del Parco dei M. Sibillini danneggiati dal Terremoto del Centro Italia del 2016
Paolo Guarino, ISPRA

Valutazione del rischio da liquefazione per le reti di trasporto: il caso studio di Terre del Reno (Emilia Romagna)
Mauro D’Apuzzo, Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Le banche dati DISS e ITHACA: utilizzo integrato per la valutazione della pericolosità sismica e della fagliazione superficiale
Livio Bonadeo INGV

Microzonazione sismica di livello3 e Zone di Attenzione per frana. Il caso di Arquata del Tronto (AP), danneggiata dal terremoto del Centro Italia del 2016
Vittorio Chiessi, ISPRA

Calcolo dello scuotimento atteso per il gasdotto Trans Adriatic Pipeline
Dario Slejko, Istituto Nazionale di Oceanografia OGS

Il ripristino della SP136 e dell’identità del paesaggio del Pian Perduto
Giulia Ceribelli, Anas s.p.a

Studi sull’innesco delle frane da colata rapida di fango: il campo sperimentale dei Monti Lattari in Campania
Giovanni Forte, Università Federico II Napoli

Interventi di miglioramento sismico di torrini piezometrici

Mauro Ceccolin, acquevenete spa e Alessandro Nicastro Archliving

Powered by: