CONFERENCES AGENDA

Built Environment & Circular Economy

SEPT

21

Built Environment & Circular Economy

Il decreto End of Waste in materia di recupero di rifiuti inerti da C&D

Dopo anni di lavoro e confronto tra le istituzioni, le rappresentanze del mondo imprenditoriale e della comunità scientifica, finalmente il Decreto End of Waste del settore C&D è in arrivo e porterà importantissimi cambiamenti nelle procedure operativa degli impianti per le certificazioni dei prodotti ottenuti dal recupero dei rifiuti inerti. INERTIA 2020 sarà la prima occasione per presentare il Decreto in dirittura di arrivo e di discuterne i contenuti. Il webinar vedrà da un lato Ministero e ISPRA e dall’altro operatori e comunità tecnico-scientifica confrontarsi sulle novità prossime, fornendo spunti di chiarimento agli operatori del settore, agli enti pubblici e ai tecnici

La Prassi di Riferimento UNI/PdR 75:2020 “Decostruzione Selettiva” 

Il 3 febbraio 2020 è stata pubblicata sul sito dell’UNI la nuova Prassi di Riferimento “volontaria” UNI/PdR 75:2020 “Decostruzione selettiva – Metodologia per la decostruzione selettiva e il recupero dei rifiuti in un’ottica di economia circolare”. INERTIA 2020 propone un Webinar curato dall’ENEA, che si pone l’obiettivo di far conoscere al settore questa nuova PdR, mediante l’illustrazione delle finalità e dei contenuti del documento, con l’intervento dei referenti UNI. Si porranno a confronto rappresentanti del tavolo tecnico UNI con alcuni dei principali stakeholder di settore, in particolare delle associazioni di categoria ANPAR e NAD. 

SEPT

22

Built Environment & Circular Economy

CAM edilizia ed economia circolare del settore costruzioni: il contributo del calcestruzzo

CAM (Criteri Ambientali Minimi) rappresentano una leva per aumentare la circolarità del settore delle costruzioni e il calcestruzzo ne è parte integrante e attore fondamentale. Il webinar approfondirà diversi aspetti, fornendo approfondimenti tecnici sui CAM edilizia e sulle forme di certificazione del contenuto di riciclato nel calcestruzzo. L’evento sarà anche l’occasione di presentare alcune best practice di utilizzo.

Le Linee Guida SNPA in materia di End of Waste

Da rifiuto a non-rifiuto. È questo il significato del termine end of waste – in italiano ‘cessazione della qualifica di rifiuto’ – con cui si indica il processo di recupero che porta i rifiuti a diventare prodotti nuovamente utilizzabili. Lo scorso novembre sono state approvate nuove norme relative all’end of waste all’interno della legge 128/2019 (recante disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali) e, sulla base della normativa, spetta al SNPA il compito di effettuare i controlli su quegli impianti per il recupero dei rifiuti che hanno ricevuto l’autorizzazione dalle regioni. INERTIA 2020 presenta un webinar molto importante all’interno del quale ISPRA-SNPA presenterà e spiegherà in maniera approfondita le Linee Guida n.23/2020 a vantaggio di enti, tecnici ed operatori del settore. 

Il riciclo del PVC post consumo: un esempio di sostenibilità ambientale ed economica della Circular Economy 

Intercettare e riciclare i rifiuti in PVC (uno dei polimeri più utilizzati al mondo) conviene sia economicamente che ambientalmente. Lo dimostrano i positivi i risultati del progetto pilota WREP (Waste REcycling Project) promosso da VinylPlus e PVC Forum Italia e condotto in collaborazione con ETRA Spa nei Centri di Raccolta del bacino del Brenta e del padovano. Il webinar farà il punto sui processi di recupero del PVC, fornendo ad imprese ed operatori del settore interessantissimi spunti per avviare delle nuove possibilità di sviluppo nell’ambito dell’economia verde

SEPT

23

Built Environment & Circular Economy

Circular Economy: how to apply it in the context of EU Green Deal

The European Commission has adopted a new Circular Economy Action Plan – one of the main blocks of the European Green Deal, Europe’s new agenda for sustainable growth. The new Action Plan announces initiatives along the entire life cycle of products, targeting for example their design, promoting circular economy processes, fostering sustainable consumption, and aiming to ensure that the resources used are kept in the EU economy for as long as possible. Here you may find some case studies of application of circularity.

La normativa in materia di discariche: cosa cambia alla luce del recepimento della Direttiva 2018/850/EU

La direttiva (UE) 2018/850, entrata in vigore il 4 luglio 2018, fa parte di un pacchetto di quattro direttive in materia di rifiuti, pubblicate il 14 giugno 2018. Le direttive fissano ambiziosi obiettivi giuridicamente vincolanti fino al 2035 per il riciclaggio dei rifiuti e la riduzione dello smaltimento in discarica con scadenze prestabilite. Il webinar farà il punto sullo stato dell’arte relativamente al recepimento della Direttiva e porrà a confronto legislatori ed operatori del settore, in un dibattito che si presenta di grande interesse e attualità.

Edilizia sostenibile: nuove opportunità dai rifiuti. Dal “Deposito preliminare alla raccolta” ai “Sistemi collettivi”

Grande consumatore di materiali e grande produttore di rifiuti, il settore dell’edilizia sta sperimentando diverse strade per ridurre i propri impatti e divenire protagonista coerente di un futuro sostenibile. Il convegno consentirà di analizzare e mettere a confronto, attraverso svariate esperienze: la progettazione, il cantiere, i materiali riciclabili, i materiali innovativi, le sperimentazioni più avanzate nella formulazione di nuovi materiali derivanti da riciclo di scarti e sottoprodotti e/o da fonte rinnovabile

La piattaforma DECORUM come strumento per la compliance ai CAM Edilizia 

Technical Meeting a cura di ENEA

SEPT

24

Built Environment & Circular Economy

The Shared Value Platform

Technical Meeting by Pro Natura International

 
La gestione delle acque di cantiere nelle grandi opere infrastrutturali 

Nell’ambito della progettazione delle grandi opere il sistema di cantierizzazione e l’inserimento dello stesso nel territorio costituiscono elementi strategici da studiare con la medesima cura e attenzione delle infrastrutture; in tale contesto anche la gestione delle acque di cantiere rappresenta una tematica potenzialmente complessa da analizzare e valorizzare anche al fine di  reimpiegare risorse pregiate. INERTIA 2020, su coordinamento di Italferr S.p.A e con la collaborazione di ambiente S.p.A. e ARPA Toscana, propone all’attenzione di tecnici e operatori del settore un Webinar volto a percorrere gli elementi significativi e i potenziali strumenti innovativi per la gestione delle acque di cantiere, a partire dalla fase di progettazione sino ad arrivare alla realizzazione e ai controlli in corso d’opera, anche attraverso casi pratici per l’attuazione  di una normativa in costante evoluzione e diversificata sul territorio nazionale. 

 

SEPT

25

Built Environment & Circular Economy

La gestione delle terre e rocce da scavo. La redazione dei Piani di Utilizzo e la Dichiarazione di Utilizzo

INERTIA 2020 propone all’interno del proprio programma congressuale, come ogni anno, un webinar di grande interesse in tema di gestione di terre e rocce da scavo. Il programma di quest’anno prevede un approfondimento in tema di redazione dei piani di utilizzo e dichiarazione di utilizzo con dei contributi da parte di rappresentanti del sistema ISPRA-SNPA. Obiettivo è fornire a tecnici ed imprese degli spunti per non sbagliare nell’adempimento di quanto previsto della normativa vigente in materia di T&R. Un importante appuntamento che chiude il programma di INERTIA 2020, rinnovando nel migliore dei modi un appuntamento che negli anni passati ha raccolto l’attenzione di centinaia di operatori del settore. 

Resilienza ai cambiamenti climatici, ruolo ed attività del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara

L’evento formativo che come Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara abbiamo chiesto di inserire nell’ambito del programma Remtech 2020, costituisce una conferma del ruolo che enti come il nostro svolgono per la difesa del suolo.
In un contesto generale contraddistinto da fenomeni meteorologici sempre meno codificabili la cosiddetta “resilienza” dei suoli costituisce un obiettivo di primaria importanza. L’azione di conservazione che può esercitare l’uomo deve perciò adattarsi a “sollecitazioni naturali” sempre più complesse per entità e frequenza.

Corso a cura di Consorzio Bonifica Pianura di Ferrara